Skip to main content

Patente B Speciale, il primo requisito è crederci

25 Luglio 2014

La B speciale è un’occasione, prima ancora che una patente, necessaria ad attestare l’idoneità per la guida di veicoli speciali, adattati dal punto di vista strutturale al fine di compensare le problematiche anatomiche o funzionali a carico degli arti o della colonna vertebrale.

La peggior conseguenza di una disabilità è permettere ad essa di limitare le proprie ambizioni. Guidare e viaggiare in auto, sia per lavoro che per motivi personali, è una concreta realtà anche per le persone diversamente abili.

Per questo esiste la patente B Speciale (BS)

La patente BS attesta l’idoneità a guidare veicoli speciali, adattati dal punto di vista strutturale a secondo delle diverse esigenze. Tale titolo di guida è acquisibile soltanto dopo aver ottenuto l’idoneità da parte delle Commissioni Mediche Locali, con cui è poi possibile iniziare una formazione adeguata e totalmente personalizzata.

Grazie alle auto polivalenti è infatti possibile allestire l’area comandi con protesi che permettano al guidatore di avere il totale controllo del mezzo, compensando le problematiche anatomiche o funzionali a carico degli arti o della colonna vertebrale.

E consigliabile infine farsi seguire durante tutto l’iter di rilascio del certificato di idoneità da parte delle Commissioni Mediche Locali, innescando quando necessario e possibile un ricorso, per aumentare le possibilità di ottenere questo importante documento.

Condividi su
Prenota il tuo appuntamento
Il nostro team risponderà nel più breve tempo
possibile!
Chiama per richiedere subito un
preventivo gratuito!
=